Cosa vedere a Göteborg, la seconda città svedese

Cosa vedere e fare a Göteborg
Cosa fare e vedere a Göteborg la seconda cittá piú grande di Svezia. I consigli di Mary per visitare il porto più grande della Scandinavia. Foto da Flickr.

Göteborg è la seconda città più grande di Svezia ed è una meta ideale se state pianificando un viaggio in Scandinavia. Scopri in questo articolo cosa fare e vedere a Göteborg e come ho trascorso il mio fine settimana in questa città.

Göteborg è la seconda città più grande di Svezia e offre molte cose da vedere ai suoi visitatori. Grazie alla sua posizione strategica lungo la foce del fiume Göta Älv, Göteborg è ancora oggi il più importante porto della Scandinavia. L’intenso commercio navale e la presenza di grandi aziende come la Volvo, l’hanno resa una città ricca ed avanzata. Göteborg è una città dinamica, con molti eventi culturali, numerose aree verdi e con il suo fascino tipicamente nordico che non ha niente da invidiare a Stoccolma.

Perciò se state pianificando il vostro viaggio in Svezia o nel Nord Europa e volete visitare una città autenticamente scandinava, allora Göteborg fa per voi. Quindi per saperne di più, vi suggerisco di continuare a leggere questo articolo.

Se state pianificando il vostro viaggio in Svezia e volete scoprire la capitale svedese con un tour guidato di Stoccolma in italiano, non esitate a contattarmi e a visitare la mia pagina dei tour.

Il mio fine settimana a Göteborg.

In questo articolo vi racconto come ho trascorso il mio fine settimana a Göteborg. Io e mio marito siamo partiti venerdì nel primo pomeriggio da Stoccolma, per rientrare nella capitale svedese domenica sera. Abbiamo trascorso due notti a Göteborg visitando il più possibile della città. In questo articolo voglio condividere con voi la mia esperienza da turista a Göteborg. Nonostante non abbia una conoscenza approfondita della città, il fatto che io viva in Svezia mi ha aiutato molto nell’organizzazione del viaggio. Ovviamente se anche voi l’avete visitata e avete qualche suggerimento, non esitate e lasciare un commento!

Come arrivare e dove dormire a Göteborg

Panorama dalla chiesa tedesca di Göteborg
Vista della chiesa tedesca di Göteborg.

a

Arrivare a Göteborg

Arrivare a Göteborg è facile in quanto è molto ben collegata sia con le principali località svedesi che con altre città europee. L’aeroporto di Göteborg Landvetter si trova a circa 25 chilometri dal centro città. Ha un discreto numero di voli sia nazionali che internazionali e la compagnia Ryanair ha alcune tratte dirette con l’Italia. Inoltre l’aeroporto è ben collegato dai bus della Flugbussarna che permettono di raggiungere la stazione centrale dei treni e dei bus in 30 minuti.

Noi partendo da Stoccolma siamo arrivati in treno a Göteborg. Da Stoccolma abbiamo raggiunto il centro di Göteborg in poco più di tre ore di viaggio, grazie ad uno dei numerosi treni ad alta velocità che connettono le due città. La SJ è l’azienda che gestisce i treni a lunga percorrenza in Svezia. Inoltre è possibile raggiungere Göteborg anche in autobus dalle principali città del Nord Europa, con ad esempio la compagnia Flixbus che offre diverse tratte da e per Göteborg. Se state pensando di raggiungere la capitale svedese dal Bel Paese, vi lascio il mio articolo su come raggiugere Stoccolma dall’Italia. 

Hotel a Göteborg

Per quanta riguarda il pernottamento, Göteborg come Stoccolma offre una ampia scelta. Potrete decidere di soggiornare in un uno dei tanti hotel oppure in un appartamento. Visto che il nostro soggiorno è durato solo due notti, abbiamo preferito cercare un hotel nei pressi della stazione dei treni e abbiamo scelto lo Scandic Europa. La posizione degli hotel che si trovano in quest’area è molto comoda, sia per visitare la città sia per poter arrivare/partire e sfruttare il più possibile il tempo che si ha a disposizione. Inoltre la catena alberghiera Scandic ha un buon rapporto qualità-prezzo, con camere arredate in stile nordico, pulite e colazioni abbondanti. Se state cerando di capire dove dormire nella capitale svedese, non perdetevi il mio articolo sugli hotel a Stoccolma.

Come muoversi in città

Come muoversi a Göteborg
I traghetti e i tram sono i mezzi più usati per spostarsi a Göteborg.

B

Göteborg è una città visitabile tranquillamente a piedi, perciò la maniera migliore per spostarsi è indossare un paio di scarpe comode. Göteborg come Stoccolma ha un eccellente sistema di mezzi di trasporto pubblico, composto da bus, traghetti e tram che la contraddistinguono rispetto alla capitale svedese. L’azienda che gestisce il trasporto pubblico di Göteborg e della sua area metropolitana è Västtrafik, che funziona alla stressa maniera della SL di Stoccolma. Anche Västtrafik propone abbonamenti di varia durata in base a quanto tempo il viaggiatore ne ha bisogno.

Io ho preferito scaricare la App Västtrafik To Go e acquistare di volta in volta i biglietti dei mezzi al momento del loro utilizzo. I biglietti acquistati tramite la App hanno validità dal momento in cui si effettua il pagamento (che può essere fatto con carta di credito o Swish – per saperne di più vi lascio il mio articolo sulla moneta in Svezia e i vari metodi di pagamento) e sono a tempo.

Anche a Göteborg spostarsi in bicicletta è molto facile e pratico. Göteborg offre una buona rete di piste ciclabili che permette di andare da un lato all’altro della città agilmente. Inoltre, come in molte città europee, anche a Göteborg è possibile spostarsi con i monopattini elettrici, che funzionano alla stessa maniera ovunque (cioè attraverso una App). Se siete curiosi di saperne come funzionano i mezzi pubblici nella capitale svedese, potete leggere il mio articolo su come muoversi a Stoccolma.

Cosa vedere a Göteborg: le attrazioni da non perdere

Avendo solo due giorni a disposizione, abbiamo cercato di visitare il più possibile di Göteborg, spostandoci a piedi ed evitando i musei. La scelta è stata dettata dal poco tempo a disposizione, sicuramente la prossima volta che visiteremo Göteborg ci concentreremo sulle attrazioni che ci mancano. Inoltre a causa dell’emergenza dovuta al Coronavirus alcune attrazioni erano chiuse, come ad esempio il parco di divertimenti Liseberg, una della maggiori attrazioni di Göteborg.

Fatte le dovute premesse vi lascio il mio itinerario alla scoperta di Göteborg!

Primo giorno

Gustav Adolfs Torg Göteborg
La statua di Gustav Aldolf, il fondatore di Göteborg.

Dopo la colazione in hotel, abbiamo iniziato la nostra passeggiata da Gustav Adolfs Torg. In questa piazza ci sono alcuni importanti edifici che la circondano, come ad esempio il Municipio (Stadshuset in svedese). Nel centro della spaziosa piazza si trova la statua del re Gustav Adolf che è il fondatore della città di Göteborg. Proseguendo abbiamo visto dall’esterno la chiesa tedesca tyska kyrka in svedese (che era chiusa quindi non abbiamo potuto vederla all’interno), per poi attraversare il ponte che si trova di fronte a questo luogo di culto.

Il quartiere di Inom Vallgraven

Subito dopo il ponte, abbiamo curiosato tra i negozi del quartiere di Inom Vallgraven che in svedese significa dentro al fossato. Questa è una delle parti più antiche di Göteborg costruita all’interno di bastioni e circondata da un fossato, pensati per proteggere la città dagli attacchi dei nemici. L’idea di creare dei canali e dei fossati di protezione nasce negli anni ’20 del XVIII secolo ispirandosi alle città olandesi. Oggi Inom Vallgraven è un vivace quartiere dello shopping e tra le attrazioni che meritano una visita c’è la cattedrale protestante di Göteborg, un austero edificio dove il bianco e l’oro sono i colori predomianti al suo interno.

I mercati coperti di Göteborg

Essendo noi dei grandi amanti del buon cibo, ci siamo subito diretti a vedere il Stora Saluhallen, il mercato coperto di Göteborg. Al suo interno è possibile acquistare prodotti freschissimi e di ottima qualità, ma anche fermarsi per pranzo nei numerosi ristoranti e assaggiare qualche piatto tipico svedese. Questo mercato coperto è molto simile a quello di Stoccolma, cioè Östermalms Saluhall sia per la qualità dei prodotti offerti che per lo stile elegante e raffinato. Inoltre Göteborg è famosa per il suo importante mercato del pesce, cioè il Feskekörka. L’edificio risale alla fine del 1800 ed oltre al pesce freschissimo che viene venduto e ai suoi ristoranti, è famoso per la particolare architettura dell’edificio che ricorda una chiesa. Purtroppo lo abbiamo visto solo dall’esterno, in quanto a partire da settembre 2020 è chiuso per rinnovo dei locali. Sicuramente ci torneremo per una visita appena i lavori saranno finiti.

Il quartiere di Haga e i suoi punti panoramici
Cosa vedere a Göteborg: il quartiere di Haga
Il quartiere di Haga.

c

A questo punto abbiamo passeggiato nel magnifico Kungsparken, che si trova dall’altra parte del fossato del quartiere di Inom Vallgraven. Il parco è cosittuito per lo più da quercie che in autunno sono veramente un incanto. Dopo questa piacevole passeggiata immersi nel verde, abbiamo raggiunto la chiesa di Haga Hagakyrkan in svedese – uno splendido edificio della fine del 1800 circondata da un magnifico parco. Abbiamo deciso di non entrare all’interno del luogo di culto, per proseguire la nostra visita nel quartiere di HagaPasseggiare lungo Haga Nygatan, la via principale di questo quartiere è una delle cose da fare a Göteborg. Infatti Haga è il quartiere più antico di Göteborg, costituito dalle tipiche casette di legno svedesi che ospitano curiosi negozi di artigianato locale e graziose caffetterie dove prendere una autentica Fika svedese. Da non perdere sono i mercatini di Natale che si svolgono in questo quartiere. Per concludere la visita di questa zona, abbiamo raggiunto dopo una breve scarpinata lo Skansen Kronan, un antico avamposto difensivo costruito nel tardo XVIII secolo. Oggi lo Skansen Kronan è un popolare luogo per cerimonie ed eventi e si può godere di una magnifica vista panoramica di Göteborg.

Slottsskogen, il polmone verde di Göteborg e i suoi animali

Ormai la fame si stava facendo sentire, perciò abbiamo deciso di fare pausa pranzo a Slottsskogen. Slottsskogen è un enorme parco nel cuore di Göteborg, il grande polmone verde della città. Ha una storia molto simile all‘isola di Djurgården di Stoccolma, infatti Slottsskogen era una riserva di caccia, ma anche luogo dove poter far pascolare gli animali e coltivare. Nel 1874 Slottsskogen diventò un parco in chiave moderna a tutti gli effetti, dove i cittadini di Göteborg possono ancor oggi trascorere il loro tempo libero. Abbiamo mangiato un boccone seduti in riva al lago a Villa Belparc, per poi proseguire la nostra visita a Djurparken sempre all’interno di Slottsskogen. Con nostra enorme sorpresa, abbiamo scoperto che in questo enorme parco c’è uno zoo dove è possibile vedere molti animali soprattutto nordici, come alci e renne. Djurparken ricorda molto il parco all’aria aperta di Skansen a Stoccolma, con la differenza che non si paga l’ingresso. Infatti è possibile visitare Djurparken gratuitamente tutti i giorni dell’anno.

Secondo giorno – mezza giornata

Le rose del Trädgårdsförening e il Liseberg

Il secondo giorno avevamo solo mezza giornata, così ne abbiamo approffitato per completare la nostra visita di Göteborg. Per prima cosa abbiamo raggiunto il Trädgårdsförening, un lussuereggiante parco, molto frequentato durante le pause pranzo per i suoi numerosi caffè. Da non perdere in questo parco è il roseto, che è il più grande d’Europa e comprede quasi 2500 specie di rose. Dopo la visita del Trädgårdsförening, abbiamo deciso di raggiungere a piedi il Liseberg, il parco di divertimenti più grande del Nord Europa. Sapevamo che a causa del coronavirus era chiuso, però volevo per lo meno vedere l’ingresso di questa popolare attrazione di Göteborg. Per raggiungere il Liseberg abbiamo camminato lungo la Avenyn, una popolare via dello shopping, con hotel, cinema ecc. di Göteborg.

Pranzo ad Haga e un giro in battello
Un giro in battello a Göteborg
Eccomi sul battello per vedere Göteborg sull’acqua.

Giunta l’ora di pranzo, abbiamo deciso di ritornare nel quaritere di Haga per mangiare in uno dei localini sfiziosi di questa zona. Attirati dalle accoglienti sedute e dal tipico edificio in legno, abbiamo pranzato nel En Deli Haga, un locale vegetariano con proposte deliziose. Per concludere la nostra visita a Göteborg, abbiamo deciso di prendere un traghetto dei mezzi pubblici per vedere Göteborg dall’acqua. Da Lilla Bommens Hamn abbiamo preso il traghetto 285Älv fino al capolinea Klippans Färjeläge. Dopo una breve passeggiata nel quartiere di Klippan, siamo ritornati indietro con lo stesso traghetto verso l’hotel, per prendere il treno e ritornare a Stoccolma.

Cosa mangiare e i ristoranti che ho provato

Il panorama culinario di Göteborg è molto interessante e spazia da rinomati ristoranti a fantastici locali etnici. Il pesce è sempre stato il grande protagonista di questa città, motivo per cui è facile mangiarne di qualità. Avevamo solo due sere a disposizione, per questo motivo per la prima sera abbiamo prenotato in anticipo il ristorante Piga. Questo locale si trova nell’antico quaritere industriale e portuale di Eriksberg, trasformato oggi in una zona residenziale molto simile al quaritere di Hammarby Sjöstad di Stoccolma. Il ristorante propone piatti a base di pesce e classici svedesi in chiave moderna, sapientemente cucinati da chef in gamba. Da provare assolutamente.

Per la seconda sera invece, abbiamo preferito rimanere più vicino all’hotel, stanchi della lunga giornata trascorsa. Abbiamo cenato al Puta Madre, un ristorante messicano dall’atmosfera veramente unica e offre una genuina e autentica cucina messicana, che consiglio di provare.

Spero che questo articolo vi sia di aiuto per organizzare la vostra vacanza a Göteborg. Ovviamente se avete qualsiasi suggerimento in merito, non esitate a lasciare un commento a questo articolo.

Se state pianificando il vostro viaggio in Svezia e volete scoprire la capitale svedese con un tour guidato di Stoccolma in italiano, non esitate a contattarmi e a visitare la mia pagina dei tour.

About Author

Mi chiamo Mary Lazzara e sono guida autorizzata di Stoccolma in italiano e spagnolo. Offro visite guidate e tour a Stoccolma e dintorni per privati, gruppi e crocieristi, collaborando anche con agenzie viaggio e tour operator. Il mio blog nasce dal desiderio di aiutare chi sta programmando il proprio viaggio a Stoccolma o per chi vuole saperne di più sulla Svezia, gli svedesi e le loro tradizioni.

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *