Skokloster, un palazzo nei dintorni di Stoccolma

skokloster una gita nei dintorni di Stocolma
Una gita fuori porta al palazzo di Skokloster nei dintorni di Stoccolma. Come arrivare, cosa fare a vedere a Skokloster.

Una gita fuori porta al palazzo di Skokloster, nei dintorni di Stoccolma. Tutti i consigli e le informazioni per visitare il più grande palazzo privato svedese e uno dei migliori esempi di edifici in stile barocco in Europa. Come arrivare, cosa fare e vedere a Skokloster.

Il palazzo di Skokloster si trova a circa un’ora di auto verso nord da Stoccolma ed è un luogo ideale per una gita fuori porta. Il lago Mälaren che bagna le isole occidentali di Stoccolma, possiede numerosi castelli e palazzi lungo le sue sponde. Skokloster infatti è uno di essi ed è una meta popolare estiva per chi vuole scoprire un magnifico palazzo barocco in Svezia. Inoltre, se siete amanti come me del trekking e della natura, potete aggiungere alla visita del palazzo, una passeggiata che segue parte di uno dei percorsi di trekking svedesi più famosi: Upplandsleden.

Perciò se siete a Stoccolma e state organizzando una gita fuori porta, e volete unire una visita ad un’attrazione a una passeggiata in mezzo al verde svedese, allora continuate a leggere l’articolo.

Se volete scoprire la Venezia del Nord con un tour guidato di Stoccolma in italiano, non esitate a contattarmi e a visitare la mia pagina dei tour.

Storia e curiosità

Il conte Carl Gustaf Wrangel volle la costruzione del palazzo di Skokloster tra il 1654-1676, in uno dei periodi più floridi della Svezia. Infatti il conte Wrangel fu un importante commandante svedese durante la Guerra dei Trentanni in Germania. Il palazzo è stato costruito in sitle barocco ed è il più grande palazzo privato mai costruito in Svezia. L’architettura, gli interni e gli oggetti originali lo rendono uno degli esempi di palazzi barocchi più importanti d’Europa.

Skokloster rimase di proprietà della stessa famiglia, passando di generazione in generazione, cambiando cognome di appartenenza due volte, quando l’erede fu una donna e quindi acquisì il cognome del marito. La prima erede donna fu subito dopo la morte del conte Wrangel, quando la sua primogenita ereditò il castello e al matrimonio acquisì il cognome Brahe. Il palazzo rimase di proprietà dei Brahe fino al 1930, quando la seconda erede donna acquisì il cognome del marito, Von Essen. Il palazzo rimase a quest’utlima famiglia per poco tempo, infatti nel 1967 lo stato svedese acquistò Skokloster trasformandolo in un museo.

Come arrivare a Skokloster

visitare il palazzo di Skokloster
A sinistra la nostra guida che ci ha accompagnato alla scoperta di Skokloster, a destra il tavalo imbandito nella sala del re.

a

Raggiungere il palazzo di Skokloster da Stoccolma è semplice e potete scegliere varie alternative. Nel sito ufficiale del palazzo troverete utili consigli su come arrivare a Skokloster. La soluzione più rapida è arrivarci in auto, infatti il palazzo si trova a circa un’ora di viaggio verso nord da Stoccolma e nei pressi di Skokloster c’è un ampio parcheggio. Noi abbiamo noleggiato l’auto presso il Cirkel K (il sito è solo in svedese).

Se non possedete un’auto, potete arrivare a Skokloster con i mezzi pubblici. Prendete il pendeltåg dalla stazione centrale di Stoccolma e scendete alla stazione di Bålsta. Da qui prendete il bus UL 311 che vi porterà al palazzo. Il viaggio dura circa un’ora e un quarto. Per saperne di più sui mezzi pubblici della capitale svedese, vi lascio l’articolo su come muoversi a Stoccolma.

Altrimenti una maniera suggestiva e classica per arrivare a Skokloster è via acqua. La compagnia Strömma organizza in alta stagione dei tour in traghetto tra le isole del lago Mälaren. Di solito le imbarcazioni partono nei pressi del Municipio di Stoccolma (il molo si chiama Klara Mälarenstrand). Nel prezzo è compreso il viaggio di andata e ritorno da Stoccolma e il biglietto di ingresso al palazzo. Le escursioni organizzate dalla Strömma durano l’intera giornata ed è una buona soluzione per chi desidera fare una gita fuori porta a Stoccolma.

Cosa fare e vedere a Skokloster

La visita al palazzo di Skokloster è possibile tramite un tour guidato, che di solito vengono organizzati in svedese e in inglese. Il personale del palazzo, vestito in abito tradizionale, illustra in maniera impeccabile la storia e le principali sale del palazzo.

Le sale più belle che mi hanno colpito particolarmente sono la sala del re, con il suo magnifico lampadario di vetro appeso nella stessa posizione dal 1672. All’ultimo piano la sala della ruggine o la sala delle armi, che ospita una magnifica collezione di armi, serrature e oggetti provenienti da Paesi esotici, voluta dallo stesso Conte Wrangel. Tra le sale più curiose e uniche nel suo genere è la sala incompiuta, un esempio unico di un ambiente di lavoro della fine del 1600. Questa sala infatti doveva essere una sala per banchetti, mai utilizzata a tale scopo. Questo ambiente permette di avere un’immagine dal passato di come si svolgevano i lavori a quel tempo, qualcosa di veramente particolare. Il motivo di tale inadempienza è che alla morte del conte Wrangel, gli operai se ne andarono per paura di non essere pagati.

La chiesa e il parco

la chiesa di skokloster
La chiesa di Skokloster.

Nei dintorni del castello di Skokloster, si trova una graziosa chiesa fatta in legno e mattoni. La chiesa di Skokloster è stata costruita come chiesa monastica cistercense, per poi essere acquistata dalla famiglia Wrangel. Ospita un piccolo cimitero all’esterno e al suo interno si trovano le tombe della famiglia Wrangel. La chiesa è ancora attiva ed è possibile visitarla durante gli orari di apertura. Nei dintorni della chiesa c’è un antico meleto del XVII secolo e alcune pietre runiche.

Il palazzo di Skokloster possiede un magnifico parco che lo circonda su tre lati. Nel lato orientale il palazzo si affaccia sul lago Mälaren, che regala degli scorci unici per chi arriva in traghetto soprattutto d’estate. Quindi dopo la visita del palazzo, potete rilassarvi nel parco facendo una passegiata o un pic-nic. Infatti potete acquistare qualcosina da mangiare nel piccolo negozio-bar nei pressi del parcheggio, oppure pranzare o fare una Fika nella caffetteria di Skokloster.

Nei dintorni di Skokloster: una passeggiata lungo l’Upplandsleden.

Upplandsleden, percorso trekking Svezia
Eccomi qua lungo l’Upplandsleden.

Per chi come me ama la natura, potete eventualmente aggiungere alla vostra gita fuori porta a Skokloster una passeggiata lungo uno dei percorsi di trekking svedesi più popolari: Upplandsleden.

Upplandsleden è un percorso di trekking lungo circa 500 chilometri che parte nei pressi della città di Uppsala e si conclude nei pressi del palazzo di Skokloster. Il percorso di trekking è segnato con cartelli e segni arancioni ed è un fanstastico sentiero immerso nella natura svedese. Un altro sentiero di trekking svedese percorso da Franceco è il Kungsleden, nel quale in questo articolo mio marito ha raccontato la sua esperienza.

Noi abbiamo camminato lungo un percorso circolare con partenza dal palazzo di Skokloster, seguenndo parte delle tappe 30 e 31 dell’Upplandsleden. Il percorso da noi fatto è lungo circa 14 chilometri ed è di media difficoltà. Abbiamo seguito in parte il lago Mälaren, per poi rientrare per la campagna svedese e ritornare a Skokloster. Portate con voi acqua e snack sufficienti per poter affrontare questa passeggiata di alcune ore. È stato sicuramente un pomeriggio piavevole immersi nella natura svedese.

Se volete scoprire la Venezia del Nord con un tour guidato di Stoccolma in italiano, non esitate a contattarmi e a visitare la mia pagina dei tour.

Ti potrebbe anche interessare...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *